YULE

Beautiful-Deer-Free-Widescreen-Wallpapers

‘’La terra vi concede generosamente i suoi frutti, e non saranno scarsi se solo saprete riempirvi le mani.

E scambiandovi i doni della terra scoprirete l’abbondanza e sarete saziati. Ma se lo scambio non avverrà in amore e in generosa giustizia, renderà gli uni avidi e gli altri affamati.’’ (Kahil Gibran – Il Profeta)

Tra tutti gli elementi la Terra è quello che ha il potere di trasmettere solidità e protezione, sicurezza nel sostenere i nostri passi. Essa governa l’acqua, a cui dà il permesso di fluire ed accompagnare il sostentamento a tutti gli esseri viventi. La Terra è quindi Madre poiché sfama i suoi figli e di essi si nutre come fossero amanti per rinnovarsi ciclicamente. La Terra è una Dea che secondo i celti si unisce periodicamente con due amanti, volti dello stesso Dio: il saggio e silenzioso Cernunnos che cammina nei boschi invernali ed il giovane e passionale Maponos, più irruento e che danza d’estate. E’ la Dea che accorda il suo favore al maschile e non viceversa, è lei che dona attenzione con dolcezza e ferocia, creando cosi un equilibrio danzante, un movimento sinuoso di energia che anima un Creato fatto dal desiderio e dalla passione. Il suo Utero è un caldo focolare che accoglie.

Proprio a Yule noi festeggiamo il Sacro Utero della Madre, che partorisce un nuovo Sole Bambino, promessa di una nuova estate e di un nuovo raccolto. Dalla Terra ogni cosa trae l’energia che se onorata gli permetterà di ritornare in superfice. Il colore dedicato a questa festività è proprio il giallo, che fa riferimento all’oro dei raggi del Sole vittorioso che rinasce, ma anche il rosso, che si riferisce alla carne ed al sangue che fluisce con la vita dalla Madre nel suo partorire. Yule è collegato direttamente al primo Chakra, che è quello del radicamento e porta d’entrata per il Cielo.

A questa festa che sancisce la fine della stagione oscura sono collegati sentimenti come la preoccupazione di non riuscire ad affermarsi e l’ ossessione di accumulare provviste per sopravvivere. Dopo sei lunghi mesi di oscurità l’animo umano è provato dall’attesa, sente la necessità di chiudersi in una profonda riflessione, in attesa del mutare… come il Piccolo Sole morente si sta lasciando andare. Ma ecco che la Madre provvede e dà alla luce il Grande Sole, trionfo di ricchezza ed oro! L’emisfero nord del nostro Mondo si desta dal suo assopimento e intona canti di gioia e benvenuto, le labbra si schiudono ripetendo un suono particolare, che molto spesso emettono anche le partorienti: ‘’Huuuuu!”

Dolce è il sapore delle vivande per festeggiare questo rinnovo, profumato il vino caldo e l’ippocrasso che vengono offerti ai nostri affetti, delle mamdorle e delle noci raccolte come provviste ed ora donate con generosità. Dolce sono anche il Pan D’Oro ed il miele. Le nostre case profumano di arancio e cannella, di legna che arde nel camino. Addobbiamo un albero sempreverde come simbolo di resistenza e forza alle tempeste ed al gelo, ma anche per onorare la famiglia come covo di calore e grotta dell’individuo, orniamo le nostre porte di Vischio, le cui bacche ricordano lo sperma che simbolicamente feconda la Terra e do Ghiande, frutti della quercia che simboleggia l’immortalità.

Yule non è solo il finire del ciclo di una stagione, ma mostra con chiarezza che tutto risponde alla forza della rinascita, come se la speranza fosse insita in ognuno di noi, ereditata dalla nostra Creatrice. Ci mostra che c’è una forza ancestrale che ci guida e protegge dalle tempeste e dalle forze del sottosuolo, con furiosa calma ci salva, ci insegna che ogni esperienza è di per sé è un giro di ruota ed occasione di rinnovo interiore. Viviamo Mutando.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...